Il supporto per lo sviluppo rurale in Montenegro attraverso la riabilitazione del sistema cooperativo

Il progetto “Montenegro” si inserisce nel programma della Commissione Europea IPA 2008 – supporting measures, destinato ai Paesi che mostrano una vocazione europea per il periodo 2007-2013. L’assistenza è fornita nel contesto dei partenariati europei dei paesi candidati potenziali e dei partenariati per l’adesione dei paesi candidati effettivi. Essendo uno strumento tendenzialmente flessibile, l’IPA fornisce un’assistenza che dipende dai progressi compiuti dai paesi beneficiari e dalle loro esigenze, secondo quanto emerge dalle valutazioni e dai documenti di strategia annuali della Commissione. 

Il progetto si sviluppa in tre direzioni:

  1. supporto legislativo per la preparazione di una legge settoriale sulle cooperative in ambito rurale;
  2. attività di capacity building da realizzarsi attraverso corsi di formazione a favore dei partner locali coinvolti;
  3. attività di informazione tramite workshop e gruppi di lavoro e la partecipazione dei cittadini e degli operatori del mondo rurale.

Obiettivo principale del progetto è dunque quello di proporre un modello di legge per le imprese cooperative e al tempo stesso sensibilizzare gli operatori del settore allo strumento “impresa cooperativa” come motore dello sviluppo rurale.
Il 23 gennaio 2011 è stato firmato l’accordo. Tale data è da considerarsi come l’inizio del progetto che durerà un anno.
I risultati saranno presentati ad inizio 2012.
 
Coordinatore: Antonio Fici, Università del Molise
Il lead partner del progetto è Cooperatives Europe; sono partner: Euricse, COSV (Comitato di Coordinamento delle Organizzazioni per il Servizio Volontario), CECOP (European Confederation of Worker Co-operatives, Social Co-operatives and Social and Participative Enterprises); UCM (Unione delle Cooperative del Montenegro) e il Ministero montenegrino dell’agricoltura.