Dossier n°1 Big Society

Data: 
Mar, 10/05/2011

Nascita ed evoluzione del concetto di Big Society tra Regno Unito e Italia sulla stampa generalista ed economica (novembre 2009 - marzo 2011)

Tradizionalmente, il mondo cooperativo nel Regno Unito è un feudo dei Laburisti. A cavallo tra il 2009 e il 2010, però, qualcosa è cambiato.

Nel corso del 2009 David Cameron – leader del partito dei Tories, storicamente opposto al “socialismo” del Labour – ha preparato il suo cavallo di battaglia per la campagna elettorale del 2010, anche se è da molti da anni che lavora alla proposta teorica. In una serie di discorsi, dentro e fuori il partito, ha insistito sulla necessità di ridurre il Big Government e le sue enormi e crescenti spese e favorire, di contro, lo sviluppo dell’iniziativa dei liberi cittadini ad associarsi. In un motto, Cameron si professa favorevole alla “redistribuzione del potere”: alla limitazione del potere statale, unita a un rinascere della spinta dal basso, sia in termini economici che sociali.

Dossier n°1 Big Society