Il futuro ancora incerto della Società Cooperativa Europea nel Rapporto della Commissione sull'attuazione del regolamento

Data: 
Ven, 13/04/2012

Il commento di Antonio Fici, Università del Molise e responsabile scientifico della ricerca "Study on the implementation of the regulation 1435/2003 on the Statute for European Cooperative Society" di Euricse 

La Commissione europea, in una sua recente comunicazione [COM(2012) 72 def. del 23 febbraio 2002], oggetto di questi brevi note di commento, riferisce sull’applicazione del regolamento 1435/2003 del 22 luglio 2003 sulla società cooperativa europea (SCE). Invero, lo stesso regolamento (art. 79) obbligava la Commissione a presentare una relazione sul suo stato di applicazione, con l’indicazione di eventuali proposte di modifica, entro cinque anni dalla sua entrata in vigore, fissata dall’art. 80 nel terzo giorno successivo alla sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’Ue, avvenuta il 18 agosto 2003. La Commissione si pronuncia dunque con consistente ritardo rispetto a quanto preventivato, a testimonianza, forse, di uno scarso interesse nei confronti di questa forma organizzativa, del resto manifestato anche dagli operatori, che solo in un numero molto limitato di casi vi hanno fatto ricorso.(Leggi il commento di Antonio Fici)