IV Workshop Internazionale sulla finanza cooperativa e lo sviluppo sostenibile

20-21 giugno 2013 | Trento

Sono aperte le iscrizioni per il quarto Workshop internazionale sul "Credito cooperativo e sviluppo sostenibile" che si terra il 20-21 giugno 2013 a Trento.

Per informazioni ed iscrizioni cliccare qui

Programma del Workshop

Il workshop organizzato da Euricse in collaborazione con Federcasse e EACB (European Association of Co-operative Banks) seguirà tre argomenti principali: il contributo delle banche di credito cooperativo allo sviluppo, la promozione della ricerca nel ambito delle banche di credito cooperativo e la promozione della cooperazione fra le cooperative.

Il workshop sarà organizzato in quattro sessioni, ognuna delle qualli vedrà la partecipazione di importanti studiosi a livello internazionale.
Particolarmente interessante sarà la seconda giornata, venerdì 21 giugno dalle ore 8.30 alle ore 13 presso la Sala Conferenze della Facoltà di Economia, per la quale è prevista la traduzione simultanea. Si inizierà con la sessione gestita dalla Banca d’Italia dedicata alle banche di credito cooperativo italiane e la crisi. Seguirà la tavola rotonda: credito cooperativo e le sfide regolamentari ed infine l’evento si chiuderà con un confronto tra i rappresentanti nazionali di alcuni settori cooperativi (Giuseppe Guerini, Federsolidarietà, Carlo Zini, ANCPL e Maurizio Ottolini, Confcooperative) con quelli delle banche cooperative (Augusto Dell’Erba, Federcasse) allo scopo di dare un quadro aggiornato sul grado di interazione e collaborazione.

Sarà questa l'occasione per approfondire quali siano le esigenze e le difficoltà nel reciproco rapporto, valutare le possibilità di miglioramento da un punto di vista di efficienza aziendale nonché da un punto di vista di rafforzamento del sistema cooperativo e dello sviluppo locale.
-----------

Il 2012 è stato un anno ricco di eventi volti a promuovere una migliore comprensione delle imprese cooperative e la loro importanza nell’attuale situazione socio-economica al quanto turbolenta. Durante l’anno, accademici e professionisti hanno lavorato per dare visibilità al modello cooperativo, data la sua importanza come alternativa al mercato e allo sviluppo trainato dalle corporazioni, in grado di generare benefici per i sistemi produttivi locali e la società in generale. In particolare, la ricerca nell’ambito delle BCC ha mostrato come queste banche riescano ad aumentare la stabilità finanziaria applicando una filosofia dell’intermediazione finanziaria e un modello d’affari “più vicino al banchiere che al commerciante”
Tuttavia, il diffuso entusiasmo che l’Anno Internazionale delle Cooperative ha suscitato, non sembra coincidere con l’attuale congiuntura economica. L’economia globale è molto lontana dalla stabilità. Le previsioni macroeconomiche per il 2013 confermano una tendenza recessiva, con un aumento della disoccupazione che, come un cavallo di Troia, minaccia la stabilità delle strutture sociali ed il ritorno alla stabilità economica. La Banca centrale europea sta ancora affrontando delle sfide, nello sforzo di costruire una solida struttura di capitali, ma il credito è sempre più razionato e gli investimenti produttivi e le PMI lottano per l’accesso alle scarse risorse disponibili. In questo quadro, le cooperative sono chiamate a svolgere un duplice obiettivo;

  • rilanciare il loro ruolo cruciale nella rivitalizzazione delle economie locali
  • adeguarsi all’ambiente ostile descritto da Basilea III ed alla graduale entrata in vigore della relativa regolamentazione

Workshop | Call for paper (pdf)
 

Per informazioni:

T. +39 0461 28 22 89 F. +39 0461 28 22 94
Email. conference@euricse.eu