Studio sulla promozione del ruolo delle imprese sociali nei paesi del Centro Europa (CEE) e della Comunità degli Stati Indipendenti (CSI)


La ricerca, commissionata dall’UNDP (United Nation Development Programme) e realizzata in collaborazione con la Rete Europea di Ricerca EMES (The Emergence of Social Enterprise in Europe), ha analizzato il fenomeno dell’impresa sociale in Repubblica Ceca, Estonia, Lituania, Polonia, Slovenia, Bulgaria, Macedonia, Serbia, Bielorussia, Cazachistan, Russia e Ucraina. L'obiettivo generale era identificare i percorsi evolutivi delle imprese sociali nei paesi target.

Particolare attenzione era rivolta ai fattori che impediscono l’espansione e il consolidamento delle imprese sociali in contesti particolarmente afflitti da problematiche sociali ed economiche - quali gli alti tassi di disoccupazione e il collasso dei sistemi di welfare – ai fattori che, viceversa, ne favoriscono lo sviluppo, nonché ai diversi ruoli che le imprese sociali possono ricoprire nei processi di transizione. Più specificamente, tale studio preliminare si proponeva di suggerire utili raccomandazioni ai governi nazionali nonché all’UNDP stesso sulle politiche più idonee a creare un ambiente favorevole allo sviluppo delle imprese sociali.

Comitato scientifico : Carlo Borzaga, Euricse/Università di Trento; Jacques Defourny, Università di Liège/EMES; Ewa Leś, Università di Varsavia; Marthe Nyssens, Università di Louvain, Roger Spear, Open University (UK)
Ricercatori: Giulia Galera, Euricse; Rocìo Nogales, EMES
Partner: UNDP-BRC; EMES

 

Documents: 

Social Enterprise: A New Model for Poverty Reduction and Employment Generation

This publication is the result of a joint United Nations Development Programme (UNDP) and EMES European Research
Network project.