Il ruolo della cooperazione nell’accumulazione di capitale sociale

Il progetto ha per obiettivo lo svolgimento di una serie di analisi empiriche sul ruolo delle imprese cooperative nella creazione di capitale sociale e nel miglioramento del benessere individuale. Le analisi si baseranno su un dataset ottenuto mediante la somministrazione di un questionario a un campione rappresentativo della popolazione trentina attraverso il metodo CATI (computer-assisted telephone interviewing). Il dataset comprende circa 150 variabili che misurano la partecipazione degli intervistati alle imprese cooperative (in qualità di lavoratori, soci o clienti), le varie dimensioni cognitive e strutturali del capitale sociale, diversi aspetti della vita quotidiana degli intervistati e un ampio spettro di caratteristiche demografiche e socio-economiche. L’analisi empirica, effettuata con tecniche di analisi multivariata, regressioni logistiche e modelli di equazioni strutturali, avrà i seguenti obiettivi:

 
  •  stabilire il ruolo della cooperazione nell’accumulazione di capitale sociale, con particolare riferimento alla creazione di reti di relazioni interpersonali e alla diffusione di norme sociali di fiducia e reciprocità;
  • valutare l’impatto di tali forme di capitale sociale sullo sviluppo economico a sul benessere sociale;
  • determinare la distribuzione del capitale sociale della Provincia di Trento tra aree urbane e rurali;
  • verificare se la partecipazione alle imprese cooperative influenza diversi aspetti del well-being, con particolare riferimento al benessere economico, la sicurezza e la qualità del posto di lavoro, la soddisfazione soggettiva verso alcuni aspetti della vita quotidiana, lo stato di salute e l’accumulazione di capitale umano;
  • individuare le determinanti della scelta di avviare un’impresa cooperativa o sociale;
  • sulla base dei risultati, elaborare modelli di governance e strategie di politica economica e sociale per migliorare l’impatto delle imprese cooperative e sociali sullo sviluppo economico;
  • riflettere sull’opportunità e sulla realizzabilità dell’esportazione del modello trentino in altre aree del paese ai fini della promozione del loro sviluppo economico e sociale. 

Coordinatore: Fabio Sabatini, La Sapienza, Università di Roma
Ricercatori: Francesca Modena e Beatrice Valline, Euricse
Stato del progetto: in corso, avviato nel 2010