I modelli cooperativi e la loro evoluzione

Negli ultimi trent’anni, in alcuni contesti e settori economici sono emersi in particolare gruppi di cooperative e reti di cooperative (per esempio quello delle imprese sociali), che hanno dimostrato di sapersi adattare con particolare successo all’evoluzione dei rispettivi contesti economici. La flessibilità intrinseca della forma cooperativa unita alla specifica regolamentazione che è stata introdotta, ai particolari problemi socio-economici esistenti a livello locale e alla disponibilità di capitale sociale e culturale, hanno contribuito a dar vita a modelli cooperativi ben identificabili in una pluralità di settori economici in tutto il mondo.

Lo scopo di questo progetto è quello di creare un data base di libero accesso (open access) che raccolga una descrizione dettagliata di singoli modelli cooperativi, esistenti sia a livello territoriale che settoriale. A tale scopo è stata lanciata una prima call attraverso la quale è stato chiesto ai ricercatori che hanno aderito di descrivere le principali caratteristiche del modello, le relative dinamiche operative e l’impatto sociale ed economico del modello analizzato. 
La prima call ha consentito di raccogliere 21 proposte di casi studio che si propongono di analizzare modelli cooperativi sviluppatisi in Europa (Germania, Italia, Spagna, Austria e Polonia), Africa (Etiopia), Israele, Stati Uniti e Venezuela.
 
Coordinatore: Giulia Galera, Euricse
 
 

 

Con il contributo: