Archivio progetti

Study on the implementation of Regulation 1435/2003 on the Statute for European Cooperative Society

Il “progetto SCE” è stato realizzato nell’ambito di un contratto tra la DG Impresa e Industria della Commissione Europea, e un consorzio composto da Cooperative s Europe, EKAI Center e Euricse, che rappresenta e guida il consorzio.
L’oggetto del contratto era “uno studio sull’implementazione del Regolamento 1435/2003 sullo Statuto della Società Cooperativa Europea (Societas Cooperativa Europaea – SCE) negli Stati Membri dell’UE e nei Paesi dell’ (Norvegia, Islanda e Liechtenstein): regole applicate alla SCE, legislazione nazionale sulle cooperative e impatto dello Statuto sulle legislazioni nazionali e la promozione delle cooperative nei Paesi Europei; raccomandazioni per una futura legislazione in materia”.

Lo studio finale e i risultati della ricerca sono stati presentati durante una Conferenza Internazionale che si è svolta Bruxelles il 5 ottobre 2010. Hanno partecipato alla conferenza 70 esperti provenienti da 19 Paesi e i rappresentanti della DG Impresa e Industria della Commissione Europea.

Studio sulla promozione del ruolo delle imprese sociali nei paesi del Centro Europa (CEE) e della Comunità degli Stati Indipendenti (CSI)


La ricerca, commissionata dall’UNDP (United Nation Development Programme) e realizzata in collaborazione con la Rete Europea di Ricerca EMES (The Emergence of Social Enterprise in Europe), ha analizzato il fenomeno dell’impresa sociale in Repubblica Ceca, Estonia, Lituania, Polonia, Slovenia, Bulgaria, Macedonia, Serbia, Bielorussia, Cazachistan, Russia e Ucraina. L'obiettivo generale era identificare i percorsi evolutivi delle imprese sociali nei paesi target.

Indagine sui lavoratori delle cooperative sociali in Italia: motivazioni e job satisfaction

Attraverso la somministrazione di quattro tipologie di questionari, la ricerca si è posta l’obiettivo di analizzare in maniera dettagliata le caratteristiche delle cooperative sociali italiane e dei dirigenti, lavoratori remunerati e volontari in esse impiegati. L’obiettivo principale era quello di verificare la presenza di relazioni di lavoro proprie di questa tipologia di imprese, basate su motivazioni intrinseche e componenti non auto-interessate e sull’allineamento tra mission organizzativa ed obiettivi individuali.

Le nuove sfide dell’inserimento lavorativo in Italia

L’obiettivo principale dell’indagine era di analizzare le modalità con cui le cooperative
di tipo B integrano produzione, formazione e inserimento, per verificare se e come esse riescano a collocare i lavoratori svantaggiati sul mercato del lavoro esterno.

L’economia sociale può promuovere l’inclusione? Alcuni riscontri da indagini empiriche su cooperative e imprese sociali

Il microcredito ed il commercio equo e solidale stanno acquistando sempre più importanza nell’avvicinare il mercato a settori emarginati della società, nel costruire un capitalismo dal volto umano e nel promuovere l’imprenditoria locale come motore di sviluppo. Anziché fornire apporti caritatevoli agli strati più poveri della società, tali progetti supportano i talenti individuali e rendono i nuclei familiari protagonisti dello sviluppo.

Politiche della concorrenza e condizioni di operatività delle banche di credito cooperativo (BCC)


Il progetto ha affrontato la questione della competizione entro il sistema delle BCC a partire dalla preoccupazione – manifestata dall’AGCM – secondo cui l’assetto federativo di questo sistema di banche, pur non ostacolando la concorrenza inter-bancaria (cioè tra BCC e altre banche), possa portare a un pregiudizio della concorrenza tra le banche appartenenti al sistema della BCC. Il progetto si è proposto di: 1) analizzare il grado e le modalità di sovrapposizione operativa di banche appartenenti al sistema delle BCC all’interno di uno stesso territorio e 2) analizzare il ruolo consortile di erogazione di servizi e di coordinamento delle Federazioni ed il suo impatto sul quadro concorrenziale.

Sistemi di finanziamento pubblico dell’impresa sociale e non-profit

Il progetto ha approfondito le caratteristiche ed i trend evolutivi dell’impresa sociale in quattro paesi europei (Italia, Spagna, Belgio, Inghilterra), con particolare riferimento alle misure pubbliche di finanziamento a cui possono accedere queste imprese (sia specifiche che rivolte alla generalità delle imprese).

L’impatto economico della cooperazione in provincia di Trento

Partendo da un’analisi generale del sistema cooperativo trentino, il progetto di ricerca si è proposto di sopperire alla mancanza di dati statistici capaci di valutare con precisione i tratti economico-finanziari delle imprese cooperative trentine ed il loro impatto sul tessuto economico locale.