Modello Registro Carico Scarico Rifiuti

Modello Registro Carico Scarico Rifiuti Modello Registro Carico Scarico Rifiuti

modello dei registri di carico e scarico dei rifiuti ai sensi degli articoli 12, 18, comma 2, lettera m), e 18, comma 4, del decreto legislativo 5 febbraio , n. I documenti chiave per la gestione e la tracciatura dei rifiuti sono, da sempre, il Formulario di identificazione dei Rifiuti (il cosiddetto FIR), il Registro di carico e scarico e il Modello Unico di Dichiarazione ambientale (MUD).. In particolare, allinterno del Registro di carico e scarico, sono contenute tutte le informazioni relative alle caratteristiche (qualitative e quantitative. Registro di carico e scarico dei rifiuti, come compilarlo. Per gli impianti tale sezione potrà essere usata per indicare quali sono le operazioni di presa in carico di rifiuti che vengono allontanate dallimpianto, perché destinate ad altri impianti o perché trasformate in prodotti (cessazione della qualifica di rifiuto) o perché sottoposte ad operazioni di recuperosmaltimento all.

Nome: modello registro carico scarico rifiuti
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 55.64 Megabytes

Camera di Commercio di Mantova - Registri carico-scarico rifiuti

Naturalmente, come suggerisce il nome stesso, stiamo parlando del settore dei rifiuti, in particolare della loro produzione e smaltimento.

Insieme al MUD e al FIR, il registro rappresenta un documento che attesta quali e quanti rifiuti sono stati prodotti e come sono stati smaltiti e gestiti. Vediamo prima di tutto la vidimazione e compilazione del registro, le tempistiche per compilare il documento e quali sono le sanzioni amministrative previste.

Vidimazione e Compilazione Registro Carico Scarico Rifiuti La vidimazione del registro deve essere fatta preventivamente alla Camera di Commercio di appartenenza della ditta. Questo significa che prima di essere utilizzato e compilato, il registro deve essere vidimato. Il documento deve essere tenuto, compilato e conservato dal produttore del rifiuto o dei rifiuti.

I fogli sono in ordine numerico progressivo, quindi ogni operazione di carico o scarico deve essere scritta e compilata seguendo questa sequenza con attenzione.

I formulari di identificazione rifiuti sono numerati e vidimati da: uffici dell'Agenzia delle entrate, Camere di Commercio di competenza territoriale, uffici regionali e provinciali competenti in materia di rifiuti.

I formulari sono annotati sul registro Iva acquisti.

Lobbligo della tenuta del registro di carico e scarico dei rifiuti previsto è disciplinato dallart. , come sostituito dal d.lgs. , ed è previsto per i seguenti soggetti (salvo abbiano aderito volontariamente al SISTRI): Produttori di rifiuti non pericolosi da . I modelli vigenti del registro di carico e scarico dei rifiuti sono quelli definiti dal Decreto Ministeriale 1 aprile n. I modelli di registro di carico e scarico definiti dal D.M. , da adottare in base all'attività esercitata sono: Modello A: per i soggetti che producono, recuperano. Il registro di caricoscarico è un vero e proprio registro di contabilità dei rifiuti e costituisce prova della tracciabilità dei rifiuti, della loro produzione e del loro invio a recupero o smaltimento vi sono annotati i movimenti di carico e scarico dei rifiuti. Quando di parla di carico si intende quando un rifiuto viene prodotto, quando unazienda si carica di un qualsiasi.

La vidimazione dei formulari di identificazione è gratuita e non è soggetta ad alcun diritto o imposizione tributaria.

Se non si dispone di un sistema di pesatura del rifiuto, il quantitativo di rifiuto preso in carico e quello scaricato dovrà essere considerato presunto e pertanto potranno verificarsi casi in cui il quantitativo di rifiuti indicato nella registrazione non corrisponda con quello verificato a destino.

La quarta colonna si compone di due sezioni.

Modelli di gestione del registro di carico e scarico rifiuti. I modelli oggi vigenti del registro di carico e scarico dei rifiuti sono quelli già stabiliti dal D.M. I modelli sono due: Modello A: per i soggetti che producono, recuperano, smaltiscono, trasportano o commerciano e intermediario i rifiuti . Il CARICO si riferisce ai rifiuti prodotti dallazienda, lo SCARICO invece si riferisce allaffidamento dei rifiuti a ditte specializzate nello smaltimento. Insieme al MUD e al FIR, il registro rappresenta un documento che attesta quali e quanti rifiuti sono stati prodotti e come sono stati smaltiti e gestiti. Registro carico scarico rifiuti Edipro - modello A Le funzioni di zoom, rotazione e video non sono supportate dal tuo browser. Schermo intero Esci dalla modalità schermo intero Registro carico scarico rifiuti Edipro - modello A Ref: Utilizza il mouse per ingrandire.

Occorre inserire: la denominazione o la ragione sociale la sede legale il codice fiscale la sede dell'Unità locale l'attività svolta il tipo di attività solo per le ditte che si occupano di recupero e smaltimento e la numerazione cronologica.

Nelle registrazioni di scarico bisogna riportare i numeri di registrazione di carico relativi ai rifiuti che si stanno scaricando.

Tutte le pagine devono essere compilate e i numeri e le date di registrazione devono essere cronologici, dall'inizio alla fine. Inoltre è obbligatorio compilare il frontespizio del registro prima della vidimazione.

Come si individua la Camera di Commercio territorialmente competente? I registri di carico e scarico possono essere tenuti con modalità informatiche a condizione di rispettare la frequenza delle annotazioni stabilite dalla normativa. I registri di carico e scarico sono composti da righe in genere 2 o 3 per foglio e da colonne.